Tentata rapina di un Rottweiler: «Dammi il cane o ti ammazzo!»

Giorgio Sechi Di Giorgio Sechi, Amministratore a Code Pazze
Tentata rapina in un tram
Fonte: http://www.torinotoday.it/cronaca/le-unita-cinofile-pattugliano-i-mezzi-gtt.html

E’ accaduto a Firenze nei giorni precedenti la tentata rapina di un Rottweiler.

Questo è quello che è successo ad un fiorentino di 33 anni a bordo della tramvia, ritrovandosi solo contro un gruppo di almeno tre persone.

Il 33enne racconta sul giornale La Nazione, di essere stato avvicinato da un uomo nordafricano, con una bottiglia in mano. Gli si è avvicinato bloccandogli il braccio nel momento che stava cercando di allacciare la museruola al suo cane, di razza Rottweiler.

A tal proposito ricordiamo il regolamento che dice:

i cani di piccola taglia possono essere portati in braccio, quelli di media taglia o da caccia devono essere dotati di museruola e guinzaglio. I cani guida per non vedenti sono sempre ammessi gratuitamente, a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore con viaggio gratuito. Il gatto, deve essere trasportato in un contenitore come una cesta, una gabbia o un trasportino che non superino certe dimensioni

Normativa ed obblighi

La normativa fa riferimento al Regolamento di Polizia Veterinaria D.P.R. n. 320 del 1954. Secondo tale normativa è fatto obbligo di utilizzare museruola e guinzaglio per i cani condotti nei locali pubblici e nei pubblici mezzi di trasporto.

Provocazioni e discussioni

Il nordafricano con tono minaccioso, diceva di tenere stretto il suo Rottweiler perché il Pitbull che teneva con se era molto aggressivo. Per sicurezza il 33enne fiorentino tenta di allontanarsi, recandosi verso l’autista del mezzo pubblico.

Ma il terzo uomo, di origini straniere, seguendolo gli si è piazzato davanti. Con una mano cercava di impedirgli di fare il biglietto tramite cellulare, con l’altra cercava di portargli via il cane.

“Cercavo di allontanarmi ma lui continuava a seguirmi – prosegue il racconto il fiorentino -, continuava a dirmi frasi del tipo dammi il cane o te la devi vedere con me. Contemporaneamente cercava di sfilarmi il guinzaglio.”

Sono stati attimi di paura per la giovane vittima che fino all’ultimo ha provato in tutti i modi a difendere sé e il suo amico a quattro zampe.

Intervento forze dell’ordine

Al che, la banda ha incominciato a dileguarsi tra la fermata Leopoldo-Stibbert e quella Muratori.

Mentre un terzo sarebbe sceso alla fermata Santa Maria Novella cercando per un piccolo tratto di seguire il 33enne, che malgrado tutto è riuscito a nascondersi all’altezza di via Alamanni mettendosi in salvo.

Fonte:

La Nazione

Regolamento di Polizia Veterinaria: D.P.R. n. 320 del 1954

Revised by © Jessica Merra

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Giorgio Sechi

Giorgio Sechi

Amministratore a Code Pazze
Il 24 Settembre 2017 ho deciso di fondare il gruppo Code Pazze su Facebook per condividere esperienze e informazioni con tutti i proprietari di animali cani, gatti, conigli, uccelli e tanti altri... Continua a leggere.