Semi di Psillio: per lo svuotamento gastrico di un cane

Giorgio Sechi Di Giorgio Sechi, Amministratore a Code Pazze
Semi di Psillio per lo svuotamento gastrico di un cane

I semi di psillio provengono da una pianta tradizionalmente utilizzata in molti paesi per trattare i problemi digestivi. Prende il nome dal greco Psyllia, che significa “pulce”. Sono di colore nero oppure dorati secondo la specie, assomigliano a piccoli afidi chiamati psilidi o pidocchi delle piante e sono inodori ed insipidi.

La sua funzione

psillio per cani

L’effetto dello psillio è legato alla grande capacità della fibra che forma la testa per trattenere l’acqua. Grazie a questa fibra, che è il 65% di mucillagine, i semi di psillio sono in grado di catturare fino a dieci volte il proprio peso in acqua. Quando vengono utilizzati solo questi, il tasso di inflazione è compreso tra 70 e 85!

Lo psillio è ben noto per le sue proprietà lassative. La fibra è parzialmente fermentata dalla micro flora del colon.

Lo spesso tegumento esterno del seme di psillio (testa) è un’interessante fonte di mucillagini, che è una fibra solubile capace di contenere fino a dieci volte il suo peso di acqua. Le mucillagini funzionano come una spugna e si gonfiano mentre raccolgono l’acqua per creare un gel viscoso.

Grazie a questo meccanismo, lo psillio ha un effetto antidiarroico aumentando la viscosità del chimo intestinale. La lubrificazione indotta dal gel di psillio stimola la peristalsi (limitando così i rischi associati alla presenza di qualsiasi tossina) e facilita la propulsione del contenuto del colon e l’eliminazione delle feci.

Ha una buona azione prebiotica

Prebiotici naturali per cani

I semi di psillio vantano anche proprietà prebiotiche, grazie alla loro capacità di favorire la crescita di una flora battericapsilli a discapito dei ceppi patogeni ad azione putrefattiva.

Abbina sempre l’azione prebiotica a quella probiotica con un buon probiotico o addirittura con la trippa grezza.

Sono quindi utili per rinforzare le difese immunitarie, migliorare l’efficienza intestinale e prevenire il cancro al colon-retto (la loro fermentazione dà origine ad acidi grassi a corta catena che, oltre a fungere da substrato energetico per le cellule della mucosa del colon,

Come agisce?

Stitichezza di un cane Psillio

Lo psillio agisce a tutti i livelli:

  • Ritarda lo svuotamento gastrico (Xiahong et al., 2005), che aiuta a correggere la digestione delle proteine.
  • Combatte la diarrea regolando la progressione del chimo nell’intestino tenue e la materia fecale nel colon (Bliss et al., 2001). Lo psillio è ampiamente usato negli alimenti per cani da slitta per prevenire la diarrea da stress.
  • Riduce la stitichezza facilitando l’eliminazione delle feci (Voderholzer, 1998). Rispetto ad altre fonti di fibra, l’aggiunta di psillio produce quantità di feci più bagnate e più grandi. Tuttavia, essendo minimamente fermentabile, è una fibra molto interessante.

Le diverse specie di psyllium (Plantago ovata, Plantago ispaghula) sono piante originarie dell’India.

La diarrea

Psillio combatte la diarrea del cane

La definizione scientifica della diarrea si basa su un aumento della fluidità e del volume delle feci, nonché sulla frequenza di evacuazione. Questo è il segno clinico più comune di patologia intestinale nei cani, anche se numerose condizioni non digestive possono
accompagnare la diarrea.

La diarrea cronica è descritta in modo un po’arbitrario se non si risolve spontaneamente o non risponde al trattamento sintomatico in tre o quattro settimane.
Una procedura diagnostica logica e ben ragionata stabilirà una base razionale per un piano terapeutico appropriato in cui la nutrizione è fondamentale.

Se hai necessità non dimenticare di consultare i nostri rimedi naturali scritti in questo articolo per bloccare la diarrea di un cane o di un gatto.

Hai mai usato i Semi di Psillio?

Comunicacelo qui sotto con un commento !

O semplicemente sui social entrando a far parte della nostra community.

Fonte:

Bliss DZ, Jung HJ, Savik K et al. Supplementation with dietary fiber improves fecal incontinence. Nutr Res 2001; 50(4): 203-13.
Voderholzer WA, Schatke W, Muhldorfer BE et al. – Clinical response to dietary fiber treatment of chronic constipation. Gastroenterol 1997; 92: 95-98.
Xu X, Brining D, Rafiq A et al. – Effects of enhanced viscosity on canine gastric and intestinal motility. J Gastroenterol Hepatol 2005; 20(3): 387-94.

Cure naturali

Immagini: 1 234 – 5

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Giorgio Sechi

Giorgio Sechi

Amministratore a Code Pazze
Il 24 Settembre 2017 ho deciso di fondare il gruppo Code Pazze su Facebook per condividere esperienze e informazioni con tutti i proprietari di animali cani, gatti, conigli, uccelli e tanti altri... Continua a leggere.