Ricerca olfattiva: giochiamo insieme in casa

Giorgio Sechi Di Giorgio Sechi, Amministratore a Code Pazze
Ricerca olfattiva giochiamo insieme in casa
Fonte: http://bit.ly/2WlVuAQ

Se stai cercando un modo semplice per far stancare il tuo cane in casa allora questo articolo fa per te; la ricerca olfattiva offre una varietà di benefici al tuo cane.

Nell’antichità, nel 1700 circa, i monaci dell’ospizio di San Bernardo in Svizzera registrarono per la prima volta l’utilizzo di cani da ricerca e salvataggio. Il loro compito era di trovare viaggiatori smarriti o i loro corpi bloccati nella montagna tra Svizzera e Italia.

I vantaggi saranno:

  1. maggior stimolazione mentale
  2. maggiore stanchezza
  3. aumento del rapporto di fiducia tra di voi

Mantenere i cani stanchi fisicamente e gratificarli mentalmente è una nostra responsabilità, bisogna però farlo nel modo giusto se vogliamo ottenere risultati. La ricerca olfattiva vi sarà di aiuto.

Come iniziare

giochi di ricerca con il cane
Fonte: http://bit.ly/3b8eOFT

Se avete un cane che conosce già il comando “cerca” allora sarete avvantaggiati, in caso contrario dovrete insegnarglielo.

Se utilizzate la tecnica del Clicker allora osservate questo articolo.

Il modo più semplice da svolgere in casa è attivarlo con il bene più prezioso per un cane, il cibo! Più è puzzolente e più sarà facile ritrovarlo. Seguendo questi punti sarà più facile di quanto possa sembrare:

  1. Fai sedere vicino a te il cane.
  2. Lancia un pezzo di carne, verdura, frutta (pezzi piccoli da 1-2 cm, non deve essere un pasto ma un premietto).
  3. Fa si che veda il premio dove lo hai lanciato.
  4. Dai al cane il comando cerca e una volta che ha trovato ciò che avete lanciato premiatelo vocalmente con un bel BRAVO!! Ovviamente lo mangerà.

Giocando alla ricerca olfattiva, il cane imparerà il comando cerca. Solo a questo punto possiamo intensificare il gioco posizionando il cibo in posti vicini ma in sua svista.

Nella prima guerra mondiale, i francesi e i tedeschi addestrarono i cani a trovare soldati feriti per poi condurre in sicurezza i loro medici. Invece gli inglesi usavano i cani per individuare le persone sepolte nelle macerie durante la seconda guerra mondiale.

Aumentiamo le distanze

intensifichiamo i giochi di ricerca olfattica
Fonte: http://bit.ly/2x8Y2rd

L’idea di questa attività, chiamata ricerca olfattiva è di costruire distanze e far si che il cane attiva i suoi ricettori olfattivi andando alla ricerca.

  1. Fai sedere il cane.
  2. Dai il comando “resta” (se non lo conosce può sempre impararlo)
  3. Spostati nella stanza a fianco e posiziona il bocconcino subito dietro la porta.
  4. Ritorna da lui, a questo punto dai il comando “cerca”.

Ricorda che hai intensificato il gioco aumentando la distanza e non è detto che al primo colpo troverà il premio quindi attendi e osservalo. Se lo ha trovato al primo colpo allora non ti resta che passare allo step successivo. Ma non dimenticarti di premiarlo vocalmente perchè è molto importante per lui.

Durante la guerra del Vietnam, gli americani usavano i cani come portatori di messaggi, cani da guardia e scout. I cani scout indicavano la presenza del nemico, inclusi quelli sott’acqua.

Intensifichiamo il gioco

giochi di ricerca per cani
Fonte: http://bit.ly/3b8eOFT

Ogni cane se spinto dalla complicità del proprio padrone avrà la voglia di giocare e di andare alla ricerca, se hai un cane poco attivo questo è il gioco che fa per te. Cerca di intraprendere questo percorso che lo renderà felice.

Se il cane ha seguito tutti i passaggi della ricerca olfattiva in tempi record allora avanza pure, ma se fa fatica lavoraci sempre, ogni giorno. Non spingerlo però a livelli avanzati perchè non è pronto, lo diventerà in seguito.

  1. Fai sedere il cane.
  2. Dai il comando “resta”
  3. Posiziona il bocconcino in un cassetto della stanza (la stanza in cui risiede il cane attualmente), ci sposteremo con le distanze più avanti.
  4. Dai il comando “cerca”.
  5. Una volta individuato il bocconcino all’interno del cassetto premialo vocalmente.
  6. Lo fai sedere di nuovo
  7. Apri il cassetto e dagli il bocconcino che gli spetta.

Il cane può mettere in atto abbai o raschiare con la sua zampa il cassetto facendovi capire che ha trovato ciò che avete nascosto. Sta a te scegliere una delle due azioni. Solo dopo aver fatto questo, potrai aprire il cassetto e se metterà in atto azioni diverse non aprire. Altrimenti andrà in confusione!

Ricorda che molti cinofili scelgono il comando “seduto” come segnale; puoi metterlo sempre in atto ma bisogna lavorarci dato che non è un segnale liberatorio ma costruito.

Oggi il rapporto di lavoro degli umani e i cani sono racchiusi in queste abilità storiche, i cani moderni sono impegnati nelle ricerche di droghe, bombe, cadaveri o incendi.

Conclusione

Con questi preziosi consigli puoi divertirti tranquillamente in compagnia del tuo cane in casa. Osservalo e spingilo ad imprese sempre più difficili.

Pubblica i tuoi video su Instagram o su Facebook taggandoci sulla #ricercaolfattivacodepazze così possiamo intervenire in caso di bisogno o complimentarci con voi per l’ottimo lavoro svolto.

 

Fonte: Journal of Wilderness Medicine 3,292-300 (1992) The use of dogs in search, rescue and recovery

 

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Giorgio Sechi

Giorgio Sechi

Amministratore a Code Pazze
Il 24 Settembre 2017 ho deciso di fondare il gruppo Code Pazze su Facebook per condividere esperienze e informazioni con tutti i proprietari di animali cani, gatti, conigli, uccelli e tanti altri... Continua a leggere.