Omega-3 per cani e gatti: integratore alimentare

Giorgio Sechi Di Giorgio Sechi, Amministratore a Code Pazze
Omega-3 per cani e gatti

Gli omega-3 sono presenti nell’organismo in quantità minore rispetto agli omega-6, ma in un numero di cellule molto maggiore. La maggior parte dei cani e gatti assume una quantità di omega-6 molto elevata, che scaturisce poi nella formazione di infiammazioni.

Che cos’è l’omega-3?

Omega 3 nell'alimentazione del cane e gatto

Gli acidi grassi omega-3 sono acidi grassi essenziali che non possono essere sintetizzati dall’organismo ma devono essere introdotti con la dieta e svolgono funzioni importanti per l’organismo.

A questa categoria appartengono:

  • Alfa-linolenico (ALA) si ritrova nelle piante, quali ad esempio il lino.
  • Eicosapentaenoico (EPA) si ritrova in alcuni organi di animali, quali cuore e fegato, e nel pesce oceanico.
  • Docosaenoico (DHA) si ritrova in alcuni organi di animali, quali cuore e fegato, e nel pesce oceanico.

Gli ALA, sono omega-3 in forma inattiva, una forma che non può essere utilizzata dal cane. Per fare in modo che l’organismo li utilizzi, bisognerebbe convertirli in EPA e DHA, attraverso un processo metabolico che risulta essere non proprio efficiente in quanto richiede l’utilizzo di enzimi di cui cane e gatto sono sprovvisti.

EPA, invece, migliora la natura fisica della membrana cellulare e la rende più fluida garantendo un’azione più efficace a livello recettoriale e dello scambio dei segnali intracellulari, si sostituisce all’Acido Arachidonico nella membrana cellulare, riducendo così la quantità dei metaboliti infiammatori sintetizzati a partire dall’Acido Arachidonico e, inoltre, influisce sull’efficienza dell’intero organismo.

Il DHA è una sostanza essenziale per lo sviluppo celebrale e agisce principalmente a livello del sistema nervoso (cervello, nervi e midollo spinale). Favorisce la vitalità delle cellule del sistema nervoso centrale con azione antidepressiva e nelle femmine in gravidanza ha un effetto positivo sullo sviluppo del feto, dei neonati e dei cuccioli.

L’alimentazione Commerciale e il Pet-Food

omega 3 - 6 nelle crocchette per animali

Se pensate di risolvere le problematiche dermali del vostro animale usando crocchette al pesce vi fermo subito!

I valori degli omega-3 non sono strutturati in modo corretto per risolvere eventuali problematiche quindi vi consiglio di farvi seguire e optare per una dieta naturale studiata con un Nutrizionista Veterinario. Le crocchette contengono troppi omega-6 e vengono impiegati per la maggior parte attraverso l’uso di oli vegetali ma dovete sapere che l’omega-3 è termosensibile quindi a causa della raffinatura viene distrutto. 

In una dieta Casalinga

Omega 3 nella casalinga

Ogni cane e gatto necessita un inserimento di omega-3 ben bilanciato attraverso l’alimentazione, attraverso una casalinga cotta però,  vengono persi tanti valori nutrizionali e ciò che ne causa è la cottura.

Tutto ciò dovrà essere bilanciato attraverso l’uso di integratori ma fate bene attenzione perchè ogni animale necessita di un’inserimento completamente diverso quindi per non avere nessuna carenza o nessun eccesso vi consiglio di calcolare il suo reale fabbisogno di omega-3 attraverso il peso metabolico.

Solo una parte del peso è importante per i requisiti nutrizionali dunque adesso vi insegno come bisogna calcolare:

  • Peso del cane elevato (potenza) allo 0,75 ma per semplificare questo processo usate questo calcolatore 

Una volta ottenuto il peso metabolico del vostro animale dovete moltiplicarlo x 50mg fino ad un massimo di 150mg di omega-3. Il risultato sarà la quantità reale di omega-3 giornaliera che richiede il corpo del vostro animale.

calcolare il fabbisogno di omega 3

Esempio:

  • Peso del cane = 28kg
  • Peso metabolico di 28kg = 12.17kg
  • 12.17 x in base alla necessità dovete scegliere uno di questi ( 50 – 100- 150mg ) in questo caso userò 100mg = 1217mg di omega-3 giornalieri.

In questo calcolo abbiamo ottenuto il reale fabbisogno di omega-3 nell’alimentazione del nostro animale, a questo punto possiamo correggere eventuali scompensi o eccessi di omega-3.

L’omega nella BARF

Omega 3 - 6 nella Barf

Lo possiamo trovare attraverso la carne di allevamento, selvaggina o il pesce ma è bene ricordare che la carne di allevamento ha un valore superiore di omega-6.

  • Esempio di mucca da allevamento intensivo contiene un valore di omega 3 – 6 di 1:13.
  • Una mucca da pascolo contiene omega 3 – 6 di 1:2,5.

La peculiarità della carne bovina grass fed (alimentata con erba) è il rapporto di omega 3/omega 6: come documentato in nei testi scientifici tale rapporto è di 0,16:1, un perfetto bilanciamento tra le due molecole, mentre le carni di bovini nutriti con cereali hanno, purtroppo, un’elevata quantità di omega-6.

Secondo l’Encyclopedia of Healing Foods” le carni di selvaggina, come la carne di cervo, hanno un maggior contenuto di acidi grassi omega-3 rispetto alla carne di manzo nutrito a cereali e mais.

Come noterete la semplice aggiunta di carne può causare eccessi di omega-6 quindi e bene integrare sempre alimenti ricchi di omega-3, nel caso il vostro amico a 4 zampe non mangia il pesce crudo dovrete bilanciarlo attraverso l’uso di un’integratore.

Quali sono i vantaggi di un’alimentazione ricca di omega-3?

Vantaggi di un'alimentazione ricca di omega 3

  1. : Miglioramento del PELO E CUTE, gli omega-3 riducono l’infiammazione del vostro animale, riducendo l’intensità provocata dagli insetti , zanzare , mosche , zecche. o da allergie da contatto come l’erba.
  2. : Miglioramento del SISTEMA IMMUNITARIO , durante la gravidanza la madre subisce un abbassamento dei valori di PORSTAGLADINA la cosiddetta ● PGE : una sostanza che inibisce il rilascio di acido ARACHIDONICO dalla membrana cellulare. In un cane anziano troviamo un sistema immunitario debole e si è più propensi ad eventuali infiammazioni.
  3.  : VISTA , gli omega-3 aiutano ad un miglior funzionamento della corteccia visiva e della retina.
  4.  : ARTRITE , la funzione Acido Eicosapentanoico aiuta a ridurre l’infiammazione.
  5.  : FUNGHI , gli omega-3 hanno una funzione di rallentamento sulla Malassezia Pachydermatis.
  6.  : ALLERGIE , dovute all’inalazione come Polline , Muffa.
  7.  : Previene da problemi CARDIACI e un recente studio conferma che gli Omega-3 previene l’aritmia ventricolare nei cani e gatti abbassando una pressione sanguigna.
  8.  : Un notevole miglioramento nella funzione degli ORGANI.
  9.  : DISTURBI RENALI , sia come prevenzione che come cura della patologia.
  10.  : FUNZIONE COGNITIVA E NEUROLOGICA , ad un cucciolo e ad un anziano ed infine…
  11.  : CANCRO, gli omega-3 bloccano l’infiammazione in corso da patologie neoplastiche, ma anche per la loro prevenzione.

Quale olio utilizzare?

Omega 3 nell'alimentazione animale

Molte persone acquistano oli ad uso specifico animale ma analizzando varie marche risultano sempre basse come rispettivi valori quindi utilizzare olio ad uso umano non è per niente sbagliato in quanto sono più controllate da eventuali impurità.

  • Tenete conto sempre della certificazione IFOS che ne attesta l’assenza di metalli pesanti.
  • Devono contenere solo trigliceridi naturali e non in forma etilestere.
  • Deve essere libero da metalli pesanti.
  • Deve avere un valore di EPA non inferiore a 400mg. e di DHA non inferiore a 200mg.
  • Omega-3 in perle, che abbiano subito processi di distillazione, possibilmente ripetuti più volte, proprio per garantire la purezza del prodotto finale. Al contrario, olio di pesce, specialmente quello per animali, non subisce praticamente nessun tipo di controllo.
  • Con l’olio liquido dovete prestare attenzione alle esposizioni a fonti di calore e ossigeno, quindi assicurarsi fondamentalmente che la conservazione e la somministrazione vengono effettuati correttamente.
  • Usate solo quello ad uso umano quello specifico per animali, non subisce nessun tipo di controllo e non viene certificato.

Gli Omega-3 da olio di Krill

Olio di Krill nell'alimentazione del cane e gatto

  • Sono, secondo alcuni studi, maggiormente biodisponibili rispetto a quelli di pesce, venendo in sostanza assorbiti meglio a livello intestinale.
  • Hanno un valore più alto di EPA e DHA
  • Contiene l‘antiossidante astaxantina.  

Il Krill è un piccolo crostaceo, praticamente la base della catena alimentare, ed è per questo molto meno inquinato rispetto ai grandi pesci predatori come il tonno.

Quale omega-3 usate?

Comunicacelo qui sotto con un commento !

O semplicemente sui social entrando a far parte della nostra community !

 

Fonte:

Journal of Animal Science , Volume 78, Numero 11, 1 novembre 2000, Pagine 2849-2855

Encyclopedia of Healing Foods

Lipidi in salute e malattia

3.omega3.it

 

Editor © Giorgio Sechidott.ssa Valentina Maggio

 

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Giorgio Sechi

Giorgio Sechi

Amministratore a Code Pazze
Il 24 Settembre 2017 ho deciso di fondare il gruppo Code Pazze su Facebook per condividere esperienze e informazioni con tutti i proprietari di animali cani, gatti, conigli, uccelli e tanti altri... Continua a leggere.

2 Commenti

  1. buongiorno, potreste consigliarmi i migliori prodotti sul mercato come integratori con EPA 400mg e DHA 200g minimo. ho 3 cani e poi dovrei calcolare il fabbisogno di ognuno. grazie in anticipo

    • Salve Monica, non consigliamo un prodotto in specifico! consigliamo a voi proprietari di osservare e acquistare i prodotti seguendo le nostre indicazioni che fanno si che i prodotti acquistati non siano sbagliati.
      Una volta svolto il peso metabolico del cane lo moltiplichi x 50 se mangia pesce ma in dosi minori, x 100 se non mangia pesce nella dieta, x 150 se ha necessità e carenze nutrizioni sull’omega3.
      Qualora voglia più informazioni la invito a richiedere una consulenza con noi così può essere seguita

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.