Conosciamo i Thai?

Jessica Merra Di Jessica Merra, Amministratrice a Code Pazze

Intervista a Manuela Bollati, allevatrice di gatti Thai.

Il sito Codepazze.com ha intervistato la signora Manuela che da anni si occupa di allevare gatti Thai scelti per la grande intelligenza che li caratterizza accompagnata da tante coccole.

1. Che razza alleva?
Allevo gatti di razza Thai, ovvero il primo tipo di gatto Siamese, così come era fino agli Anni ’40 del Novecento.
2. Perché ha scelto questa razza?
Ho scelto il Thai per la loro personalità unica, sono gatti molto intelligenti, chiaccheroni, amano essere sempre presenti ed al centro delle attenzioni, tra coccole e giochi. È una razza naturale, senza patologie correlate, che in passato ha rischiato l’estinzione.
3. Nome dell’allevamento?
La Fenice
4. Perché ha scelto questo nome?
Perché la Fenice è simbolo di rinascita nonostante le difficoltà della vita, con sempre nuova forza e luce.
5. Da quanti anni alleva?
Da circa 12 anni, a partire dalla prima cucciolata, il 3 Aprile 2006.
6. Com’è nata la passione di diventare allevatrice?
Ho sempre amato i gatti Siamesi, che mia madre aveva negli anni ’60.
Quando nel 2004 ho deciso di prendere una gattina, ho scoperto che i mici che cercavo avevano cambiato il nome in Thai.
Con la mia prima Thai Ofelia, ho partecipato a molte expo feline, ho cominciato ad appassionarmi all’allevare ed ho studiato ed approfondito i vari aspetti, dalla genetica, al comportamento, salute e benessere, fino alla nutrizione felina.
7. Ci racconti la sua giornata tipo dentro l’allevamento
Avendoli dentro casa mia, riesco a dedicargli molto tempo della giornata quindi parto dal pulire le lettiere, poi man mano preparo il cibo, li coccolo e li faccio giocare.
8. Qual è l’attività adatta da far fare a questa razza?
Sono mici adatti per la pet therapy, per la loro grande intelligenza emotiva e pratica, amano interagire molto con le persone e con i bambini.
9. Che carattere hanno questi cani? Pregi o difetti?
Hanno una grande personalità, di grande intelligenza, molto affettuosi, dei grandi compagni di vita.
Una loro particolarità, è la testardaggine, sono molto determinati ad ottenere la soddisfazione delle loro necessità, tra miagolate e salti direttamente sulle spalle ed altro.
Non riesco a vederli come dei difetti, perché la loro vocalità e la loro determinazione li rendono dei gatti unici!
10. Qual è il padrone ideale per questa razza? E che rapporto ha, dopo la consegna del cucciolo, con i suoi clienti?
Una persona con tanto affetto ed attenzioni da donare, molta pazienza ed amante delle lunghe chiacchierate.
I Thai sanno dare amore e molta compagnia a tutta la famiglia, dai bambini agli anziani, alle coppie e alle persone sole. Per me in realtà non si tratta di clienti, ma di famiglie.
Di fatto, si diventa una grande famiglia allargata, spesso nascono amicizie anche tra famiglie diverse che hanno i miei gatti.
Io ci sono sempre per le famiglie che scelgono i miei gattini, tra consigli sulla nutrizione, il comportamento, salute e benessere.
Dall’emergenza nel cuore della notte, alla chiacchierata della sera.
In caso di necessità cerco lo specialista veterinario migliore.
Aiuto le famiglie a capire come mettere in sicurezza la casa nella maniera più efficace e valida.
I miei cuccioli vengono ceduti dopo i 4 mesi, con contratto con garanzia sulla salute, microchip inserito, pedigree AFeF MIPAAF, vaccinazioni effettuate. Ed alle persone sole.
11. Qual è l’ambiente ideale per questa razza?
I Thai vivono molto bene in casa, con un adeguato arricchimento ambientale, a partire da un bel tiragraffi alto almeno 1,70 m, con giochi come bacchette con piume e topini di pezza.
Per chi ha balconi e giardini, è bene che possano essere messi in adeguata sicurezza, i Thai sono gatti molto agili, saltano fino a 3 metri e sono dei fuggiaschi provetti!
Altrimenti anche il solo ambiente interno domestico, andrà benissimo!
12. Che tipo di manutenzione richiede il loro pelo?
I Thai sono gatti a pelo corto, con scarso o assente sottopelo.
Oltre alle coccole quotidiane, va bene spazzolarli e nei periodi di muta si può fare anche il bagnetto.
13. Che alimentazione fanno i suoi gatti?
Hanno un’alimentazione naturale, cioè una dieta BARF (carne cruda tritata completa di ossa, cartilagini e frattaglie), le prede intere anche tagliate in quarti e rigorosamente senza antibiotici.
Mangiano carni predabili come quaglie, piccioni, coniglio, pollo, galletto e gallo e volatili in genere. Questo tipo di nutrizione è la più adeguata per dei carnivori obbligati, quali sono i gatti.
14. Ha mai partecipato a mostre?
Certamente, la mia prima mostra è stata nel settembre 2004, da allora vado in expo in Italia ed all’estero.
Tra i gatti nati nel mio allevamento, annovero per ora ben 12 Campioni del Mondo.
Lo scorso anno il mio allevamento è stato premiato come Migliore Allevamento in Assoluto in Italia, nel Campionato Nazionale AFeF 2016.
Nel circuito di rating mondiale expo Top Cat, risulto come seconda allevatrice al mondo per la razza Thai del 2017.
15. L’età media di vita?
L’ età media di vita nei Thai è di 18 – 20 anni, ma con una valida ed una adeguata nutrizione ed una valida profilassi vaccinale iniziale e poi di controllo con titolazioni anticorpali, possono vivere anche più a lungo.
Sono gatti molto longevi.
16. Un consiglio a chi vorrebbe scegliere questa razza?
In realtà ne ho più di uno! Per prima cosa di scegliere un valido allevatore responsabile, che dia tutte le dovute garanzie scritte di salute, pedigree MIPAAF e documenti in regola, che sappia seguire nel tempo adeguatamente le famiglie nelle varie necessità e situazioni.
Consiglio certamente di tenere i gatti in sicurezza e di alimentarli in maniera adeguata da carnivori obbligati.
Secondo poi di prepararsi a vivere con un grande compagno di vita, che la renderà unica e movimentata!
Vivere con un Thai, meglio ancora con una coppia di questi adorabili mici, è una gioia che si rinnova ogni giorno!

Gatto Thai

Arrivano in Inghilterra alla fine del XIX i primi esemplari di gatto Thai, assieme a mercanti inglesi affascinati dalla bellezza del mantello e dagli occhioni blu. L’esordio si ha nel 1881 a Londra in un’esposizione.

Caratteristiche

Elegante e armonioso, il gatto Thai è di taglia media e conserva una struttura tonica. E’ muscoloso. Le zampe del gatto Thai sono allungate, nelle estremità arrotondate, arrotondate anche le orecchie, di media dimensioni, mentre la coda è lunga e appuntita. La testa è a forma di cuneo, gli occhi sono blu, grandi e a forma di limone. Una caratteristica molto apprezzata del gatto Thai è anche il pelo. Corto e lucido senza sottopelo. Setoso piacevole da accarezzare ma non soffice. l gatto Thai è un gatto colourpoint: ciò significa che mostra un netto contrasto tra il colore dei points e quello del corpo. Le parti colorate, più scure, sono le orecchie, la mascherina, le zampe, la coda e, nel maschio, anche i testicoli. È caratterialmente dolce , affettuoso e socievole. Può pesare fino a 4 kg il marchio, e 3.5 la femmina .

Grazie a Manuela per averci fatto scoprire questa fantastica e ammaliante razza di gatto!

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Jessica Merra

Jessica Merra

Amministratrice a Code Pazze
Sono co-fondatrice del sito Code Pazze e dei gruppi Facebook dove mi occupo della stesura dei testi basandomi su fonti scientifiche, e della correzione dei testi che i professionisti svolgono...Continua a leggere.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.