Collare o pettorina: quale utilizzare nelle uscite con il cane?

Simona Guidotti Di Simona Guidotti, Educatrice e Addestratrice cinofila a Code Pazze
Collare o pettorina

Molta gente si chiede spesso se sia meglio usare il collare o pettorina, e quale sia lo strumento di cui veramente hanno bisogno i nostri amici a 4 zampe.

Tutto questo possiamo intuirlo da alcuni fattori che vi illustreremo più avanti.

Capiamo meglio

cane passeggiata

Alcuni spunti dai quali partire per riflettere e scegliere correttamente se usare collare o pettorina, possono essere:

  • com’è fatto il nostro cane
  • come si muove
  • che posti frequentiamo

Si pensa inoltre, che portare a passeggio il nostro cane sia un’azione spontanea ed istintiva, dove sia sufficiente far indossare qualcosa al cane, con tranquilla. E così, non appena portiamo a casa il nostro amico per la prima volta, entriamo in un negozio di animali ed acquistiamo ciò che ci colpisce, ciò che troviamo economico oppure ciò che è comodo da sentire nelle mani.

Caratteristiche da osservare

passeggiata guinzaglio

In realtà dovremmo pensare di osservare le caratteristiche del nostro cane in base:

  • alla taglia, per la quale potrebbe rendersi obbligatorio uno piuttosto che l’altro
  • all’età del proprietario regolandosi con la rigidità del materiale
  • al tipo di passeggiata che vorremmo condurre, ad esempio in pieno centro cambia da una stradina di campagna isolata
  • agli spazi che abbiamo a disposizione, ad esempio un prato libero e ampio è ben diverso da un marciapiede stretto ed affollato.

In questo periodo storico della cinofilia, assistiamo spesso e volentieri a fai da te contrapposti tra chi caldeggia esclusivamente le pettorine, pensando che coloro che utilizzano il collare stiano maltrattando il cane, e chi invece si ostina soltanto al collare pensando che le pettorine siano inutili.

Osservazioni

osservazioni collare e pettorina

Personalmente ritengo che ogni strumento abbia il proprio modo di utilizzo corretto e che tutto vada deciso in base alle esigenze della coppia uomo-cane. Un bravo educatore dovrebbe conoscere qualsiasi mezzo in commercio per saper consigliare al meglio il proprietario già dalla prima consulenza.

Adesso andremo a vedere nel dettaglio il collare o pettorina e le loro caratteristiche.

Pettorina

pettorina

La pettorina è adeguata nella maggior parte delle situazioni di normale passeggiata, perchè lascia libero il cane nei movimenti e non gli procura danno o fastidio alla base del rachide cervicale. Infatti la trazione del guinzaglio non si riversa soltanto sul collo, ma viene distribuita su tutto il baricentro del corpo del cane.

Un’azione scorretta del guinzaglio, ad esempio quando il cane tira oppure quando abbiamo neccessità di fermarci improvvisamente, il cane, non sarà dannosa sulle vertebre di fido.

Se hai un cane che tira in passeggiata, insegnagli a non farlo con i consigli dell’addestratrice.

La pettorina dev’essere di adeguata fattezza, ovvero:

  • non sforzare sotto le ascelle per non lussare le spalle
  • deve avere una misura corretta per non far scivolare fuori la testa del cane che potrebbe sfuggire
  • morbida nei tessuti e nei ganci.

Spesso e volentieri ho utilizzato questo strumento per portare a spasso i miei cani, sperimentando in prima persona le dinamiche che avrebbero potuto essere più difficoltose per i proprietari, imparando così a gestire tutte le situazioni, anche con cani importanti come i miei molossi del tempo.

Collare

Cane collare

I collari sono di vario genere, dimensioni e materiali in base al loro obiettivo di utilizzo.

Pensiamo anche soltanto alle pettorine da cani cross, quanto siano specializzate nelle loro fattezze, sarebbe impensabile farle indossare ai nostri cani per una normale uscita. O ancora ai collari di dimensioni veramente sottili, che invece si usano normalmente in esposizione, ma assolutamente contro indicati per una quotidiana uscita perchè rischierebbero di danneggiare carotide o cervicale.

Come invece un collare morbido, alto circa 15 centimetri, non andrebbe bene per un’attività sportiva, perchè potrebbe impigliarsi in un attrezzo.

Ci sono diversi materiali:

  • dalla pelle morbida e alta, spesso utilizzati per levrieri o colli lunghi e sottili
  • diversi tipi di nylon dai più sottili ai più robusti
  • collari a catena, anche questa alta o bassa, per addestramento classico, quindi agonistico e competizioni di vario genere.

Per cui, come detto prima, è importante pensare a quale attività si vuole impostare col proprio amico a quattro zampe e comprare di conseguenza il collare o pettorina adeguati per poter soddisfare le sue esigenze fisiologiche, morfologiche e di confort.

Voi cosa usate, collare o pettorina?

Comunicacelo qui sotto con un commento !

O semplicemente sui social entrando a far parte della nostra community !

Fonte:

immagini 1 – 2 – 3 – 45 – 6

Revised by © Jessica Merra 

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Simona Guidotti

Simona Guidotti

Educatrice e Addestratrice cinofila a Code Pazze
Nel Febbraio 2007 ho frequentato il corso obbligatorio della Provincia di Parma ai sensi della legge regionale per addestratori, toelettatori, allevatori e commercianti di piccoli animali da affezione...Continua a leggere.