Capodanno con il cane: è possibile rimuovergli la paura

Samantha Baronti Di Samantha Baronti, Addestratrice cinofila a Code Pazze
Capodanno con il cane

Festeggiare il Capodanno con il cane è un momento temuto da cani e proprietari. Questo perchè verranno sparati quantità indescrivibili di petardi e fuochi artificiali.

Temuta da cani perché i forti boati provocano in loro uno stato di forte ansia fino a mostrare sintomi molto simili ad attacchi di panico. Ma anche dai proprietari che si preoccupano per lo stato d’animo del proprio animale, non sapendo come risolvere questa situazione.

Per quale motivo il cane ha paura?

cause della paura dei botti nei cani

Sono molteplici i motivi del perchè il Capodanno con il cane, diventa per loro un momento di paura. 

  • I pelosi sono dotati di un udito molto più raffinato rispetto a quello umano e rumori che per l’uomo sono un pò più forti, possono risultare del tutto insopportabili per gli animali.
  • La paura può avere una componente innata, di natura genetica. Per quanto i cani siano ormai addomesticati, continuano a portare nel loro bagaglio genetico comportamenti primordiali. Perciò, un rumore improvviso ed elevato può indurre la normale reazione di fuga per la sopravvivenza: stimolato da un evento non preventivato, l’animale è spinto a mettersi in salvo da un pericolo non completamente identificato. 
  • Componente sociale ossia che il cane non è abituato a rumori forti nella fase di socializzazione. (fra le 3 settimane e i 3 mesi) È probabile che si comporti in maniera negativa o abbia paura la prima volta che sentirà i botti.
  • Traumi dovuti a forti rumori, non necessariamente botti, possono sviluppare questa paura nei cani.

Come si manifestano i sintomi della paura?

cane nascosto per botti

Alla percezione degli scoppi possiamo osservare nel cane:

  • tremori
  • fuga in luoghi per lui considerati sicuri
  • l’abbaio
  • lo sbavare
  • cercare ripetutamente il contatto con il proprietario senza calmarsi
  • il distruggere oggetti
  • grattare per terra
  • fare i propri bisogni
  • vagare senza pace.

Per questo motivo l’azienda automobilistica Ford ha inventato la cuccia insonorizzata per gli animali. Con l’intento di venderla a tutti i proprietari che ne hanno bisogno.

Come dobbiamo comportarci noi?

no cane sul balcone per i botti

Se proviamo a chiamarlo non esce dal rifugio scelto e non si avvicina e se lasciato in giardino può distruggere porte e finestre per cercare di trovare rifugio in casa.

Evitare di lasciarlo da solo nel giardino poiché in preda al panico, potrebbe scavalcare la recinzione, vagando chissà dove e andando incontro a pericoli.

Evitare anche di lasciarlo da solo sul balcone perché in preda al panico, nel tentativo di fuga, potrebbe scavalcare il parapetto e cadere giù. Anche legarlo con corde o catene può essere fonte di pericolo : potrebbe attorcigliarsi e rimanere strozzato.

Il nostro atteggiamento nei confronti del cane ha un ruolo fondamentale nella risoluzione del problema dei botti, ed in generale nello sviluppo di fobie. 

Se all’udito dei botti scappiamo con lui, lo accarezziamo e lo tranquillizziamo in continuazione, rafforziamo il comportamento del cane senza accorgercene. E’ come se gli stessimo dicendo che ha motivo di avere paura e il suo timore sarà sempre più radicato in lui.

La reazione migliore che possiamo avere è comportarci con normalità, ignorando l’atteggiamento del cane. Non dobbiamo accarezzarlo, toccarlo né premiarlo se è nervoso, eccitato o iperattivo, premialo se sta buono e tranquillo.

Consigli pratici

consigli per cane per botti di capodanno

  • Portare il cane a fare una lunga passeggiata il pomeriggio del famigerato giorno, così la sera sarà stanco e, presumibilmente, meno attento a ciò che succede.
  • Sarà necessario preparare una “stanza rifugio” all’interno dell’abitazione, collocando un morbido giaciglio dove il rumore dei botti si percepisce con minore intensità, chiudere persiane e finestre e possibilmente utilizzare musica o il suono della tv come sottofondo.
  • Non forzarlo a interagire o avvicinarsi allo stimolo di cui ha paura.
  • Evitare di chiamarlo durante i botti: chiedere la sua attenzione e subito dopo magari vi è un colpo attirerebbe la sua attenzione su di essi. Dobbiamo invece distrarlo coinvolgendolo in attività di gioco;
  • Portare il cane per l’ultima passeggiata a festa conclusa, attendendo 30 minuti/ 1h dell’ultima deflagrazione così da evitare la presenza di scoppi improvvisi durante il giro;
  • Se il nostro cane ha un suo simile che non teme i botti, è bene trascorrere il Capodanno tutti insieme così che gli animali più tranquilli possano supportarlo;
  • Usare collari o diffusori di oli essenziali o di feromoni come Adaptil, aiuta molto il cane a calmarlo e abbassare i livelli di ansia. Questi feromoni imitano il funzionamento delle ghiandole quando una cagna è nel periodo dell’allattamento, con la funzione di calmare i piccoli. Si trovano semplicemente in commercio, sono inodore e totalmente privi di effetti sull’uomo.
  • Durante i forti rumori dovremo evitare che bambini e sconosciuti tocchino o disturbino il cane perché potrebbe reagire in maniera negativa, essendo sotto stress.

Nei casi più gravi, i giorni precedenti a Capodanno è necessario consultare il Veterinario così da intraprendere una terapia sintomatica per proteggere il cane dall’evento traumatico.

Desensibilizzazione del cane verso i botti

risolvere paura cani dei botti

E’ comunque possibile, con l’aiuto di un professionista, festeggiare il Capodanno con il cane, aiutandolo a non avere paura degli scoppi. Il lavoro dovrà essere svolto durante i mesi precedenti alla festa.

In linea di massima si svolge con registrazioni di scoppi che vengono fatti ascoltare al cane da volume basso a sempre più alto, mentre il cane è impegnato a fare qualcosa di piacevole.

Il lavoro deve essere svolto spesso durante le settimane precedenti con sessioni che non superano i 5 minuti di lavoro.

E voi passerete il Capodanno con il cane?

Comunicacelo qui sotto con un commento !

O semplicemente sui social entrando a far parte della nostra community !

 

Revised by © Jessica Merra 

 

 

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Samantha Baronti

Samantha Baronti

Addestratrice cinofila a Code Pazze
Sono Addestratrice cinofila E.N.C.I. ed ho un campo addestramento dove svolgiamo Utilità e Difesa ed Educazione di base, lo stiamo allestendo con attrezzi per le attività di Agility...Continua a leggere.