Cani al freddo: l’esperimento del Veterinario Ernie Ward

Giorgio Sechi Di Giorgio Sechi, Amministratore a Code Pazze
Cani al freddo esperimento Veterinario

Avete un giardino e pensate di lasciarci i cani al freddo?

Allora dovreste sapere che, in alcuni stati questo è reato. Se la temperatura supera i 32° e in questi casi va sotto i -0° si rischia una sanzione o addirittura il carcere.

Reato lasciare il cane fuori al gelo

Reato cane al gelo

È vietato lasciare i cani al freddo e in giardino senza compagnia, lontani dall’abitazione. Si rischia di incorrere nel reato di abbandono.

Questa nuova legge, che è stata recentemente approvata nello stato della Pennsylvania, negli Stati Uniti, afferma che chi abbandona il proprio cane all’esterno, quando la temperatura è sotto zero gradi Celsius, è sanzionabile.

Purtroppo ci sono stati numerosi cani che sono morti o hanno rischiato la propria vita perchè lasciati fuori al freddo, appunto.  Le cucce per cani, se non sono coimbentate non trattengono il calore all’interno.

Il video dell’esperimento

Per desensibilizzare le usanze di tenere i cani al freddo in inverno, quasi 1 anno fa, precisamente il 07/01/2017 a Chicago, il Veterinario Ernie Ward si è ripreso mentre ha passato una notte in giardino, in una cuccia per cani. Questo per vedere quanto poteva resistere.

Si è imbottito di vestiti, passamontagna, giubbotto e scarponi per ricreare gli strati di sottopelo e pelo che alcune razze hanno. Ma solo dopo 4 ore di esperimento, la temperatura corporea del Dott. Ward è scesa di molto, al di sotto della temperatura media umana ed è stato costretto a rientrare al caldo.

Il Veterinario Ernie Ward, conclude il suo esperimento ricordando che non tutti i cani hanno un sottopelo e questa prova deve essere d’esempio, ricordando i rischi che gli animali possono incontrare se lasciati fuori con queste temperature.

Le critiche del web

Critiche del web al veterinario

Dopo la News, molte persone hanno iniziato a rispondere dicendo che:

  • i cani hanno il sottopelo e questo basta per riscaldarlo dal freddo;
  • bisogna coprirli sempre con un giubbotto;
  • che in Alaska i cani vivono ad una temperatura di -10° senza avere problemi;
  • che stiamo desensibilizzando la loro natura e bisogna lasciarli, quando dormono si arrotolano e si riscaldano da soli.

Noi di Code Pazze abbiamo deciso di fare chiarezza a tutto ciò!

Nell’uomo, da un follicolo si sviluppa un solo pelo, mentre negli animali vi sono due tipi di peli che crescono dallo stesso follicolo: il sottopelo e il pelo di protezione. Per cui possiamo dire che c’è differenza tra cane e uomo, anche se si indossano indumenti.

Ogni pelo di protezione, o pelo primario, è circondato da 6 – 12 peli secondari, che costituiscono il sottopelo. Come suggerisce la parola, il sottopelo, si trova vicino alla pelle. Molto soffice e sottile, agisce come un isolante per via della sua elevata densità. Il pelo di protezione costituisce invece il manto vero e proprio ed è caratterizzato da una struttura più folta.

Ci sono animali senza pelo, animali a doppio pelo, cioè con peli principali e secondari, altri con pelo di protezione ma privi di sottopelo. Per cui non c’è il caso di criticare chi indossa un maglioncino o un giubottino in questi periodi, quello che ci deve importare è preservare il proprio animale!

A cosa serve il pelo?

Pelo del cane

  1. pelo spazzolato e privo di sottopelo
  2. pelo con sottopelo
  3. pelo con sottopelo infeltrito

Se si fa un’esperimento e si decide di acquistare o adottare 2 cuccioli della stessa razza, ipotizziamo che sono anche fratelli dello stesso sesso, e si decide di farli vivere 1 in casa e 1 all’esterno, noteremo che:

  • Quello che vive all’esterno, esposto alle temperature basse e alte, ha il corpo che si adatta alla situazione climatica e la sua muta segue le temperature esterne. In inverno il pelo si infoltirebbe automaticamente per poi diminuire nei periodi estremamente caldi.
  • Quello che vive all’interno, ha un pelo differente. Questo perchè la temperatura minima/massima che abbiamo in casa è di 18° – 25° in inverno. Il cane non noterebbe nessun cambiamento climatico anche se fuori fa freddo; il pelo del cane cresce come se fosse in primavera.

Ma se un giorno vogliamo invertire i luoghi di abitazione dei 2 cani, gli esporremo a conseguenze addirittura gravi! Il cane abituato a vivere fuori avrà caldo in casa e quello che è cresciuto all’interno, se verrà lasciato fuori, potrebbe morire anche congelato.

Pensi ancora che è stupido coprire i cani al freddo con un maglioncino?

Comunicacelo qui sotto con un commento !

O semplicemente sui social entrando a far parte della nostra community !

 

 

 

Fonte:

Legge: HOUSE BILL No.1238 Session of 2017

Dr. Ernie Ward – You Tube

Furminator.net

 

 

Revised by © Jessica Merra 

 

 

 

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Giorgio Sechi

Giorgio Sechi

Amministratore a Code Pazze
Il 24 Settembre 2017 ho deciso di fondare il gruppo Code Pazze su Facebook per condividere esperienze e informazioni con tutti i proprietari di animali cani, gatti, conigli, uccelli e tanti altri... Continua a leggere.