Ansia da separazione nei cani: come può essere affrontata?

Samantha Baronti Di Samantha Baronti, Addestratrice cinofila a Code Pazze
Ansia da separazione nei cani

L’ansia da separazione nei cani, è un problema comportamentale molto frequente. Si manifesta sotto forma di ansia, stress fino ad attacchi di panico quando il cane rimane solo o viene allontanato dal proprietario.

Il cane, è un animale sociale, pieno di emozioni. Vive in un branco ben organizzato gerarchicamente e la mancanza o l’allontanamento del membro più importante per lui, può generare insicurezza che può manifestare questo stato ansioso in vari modi.

Perché si presenta?

Ansia cani proprietario esce di casa

In alcuni casi, l’ansia da separazione nei cani, può scaturire da un’eccessiva dipendenza o attaccamento del cane verso uno o più membri della famiglia.

I sintomi infatti si manifestano sempre solo ed esclusivamente quando il proprietario è assente o nei momenti che precedono l’uscita. Addirittura basta solo l’allontanamento per pochi minuti, da una stanza dell’abitazione all’altra, per far scaturire questo stato d’animo.

Inoltre, eventi traumatici per il cane come una lunga assenza della figura principale per lui, può far scaturire l’ansia da separazione. 

In che modo si manifesta?

Distruzione casa ansia del cane

Si possono manifestare allo stesso tempo da uno a tre sintomi principali :

  • Distruzione di oggetti con cui l’animale è a contatto nel momento in cui viene lasciato solo;
  • Vocalizzazioni eccessive come abbaio, pianto, ululato;
  • Eliminazioni di feci ed urina in maniera inappropriata.

Da puntualizzare è che il cane non agisce così per far dispetto. E’ solo una reazione involontaria allo stato d’animo sofferto in quel momento.

In questi casi, infatti, non dobbiamo punire le sue azioni. Sintomi come autolesionismo, rifiuto di bere o mangiare quando il cane rimane solo possono presentarsi ma più raramente. 

Non fatevi prendere dal panico i problemi comportamentali sono risolvibili non solo con l’aiuto di un professionista ma anche con acidi grassi e vitamine; osserva questo studio scientifico.

Come trattare l’ansia da separazione

Trattiamo l'ansia del cane

Nell’ansia da separazione nei cani si notano iperattività ed eccessiva eccitazione, al rientro del proprietario, per questo motivo tutti i familiari devono impegnarsi nell’applicare le regole per la risoluzione del problema.

Regole basilari e comuni per prevenire il problema

  • Lasciare il cane da solo in casa sin da cucciolo. Si inizia sempre con pochi minuti alla volta, passando da una stanza all’altra. Si aumentano gradualmente le assenze, fino ad uscire di casa, fino a diverse ore. Rientrare in casa solo quando il cane ha smesso di emettere abbai o vocalizzi da qualche minuto. Se il cane lo trova troppo stressante, interrompere l’esercizio e ricominciare il processo dopo qualche giorno. Il cane deve imparare che il rimanere solo non è una punizione, né motivo di paura;
  • al nostro rientro se si mostra particolarmente eccitato, lodare e premiare il cane solo quando si sarà calmato.
  • Somministrare cibo e passeggiate in maniera alterna da tutti i membri della famiglia, cosicché si abitui alla presenza o assenza di tutti, in modo da non sentire una eventuale mancanza di un solo membro.
  • Non riempirlo di attenzioni e carezze quando si esce ( faranno soltanto aumentare il desiderio del cane di rivedervi al più presto) e, quando si rientra, come se non lo vedeste da tanto tempo assicurarsi che il cane sia stanco prima di lasciarlo da solo. Portarlo a fare una passeggiata impegnativa per fargli scaricare tutte le energie in eccesso può aiutarlo a rimanere calmo e rilassato.
  • Aumentare la fiducia in loro stessi attraverso giochi di attivazione mentale.
  • Per evitare che il cane associ il prendere le chiavi, l’ infilarsi scarpe e cappotto all’uscita di casa, e cominci così con la sua ansia, eseguire le stesse azioni quando non stai per uscire di casa: prendi le chiavi, metti il cappotto e poi rimani semplicemente a casa.
  • Lasciare giochi interattivi o masticabili riempiti con cibo appetitoso. Si sfogherà e si intratterrà con questi giocattoli. Al nostro rientro ricordarsi di togliere i giochi, così l’interesse del cane verso questi oggetti rimarrà sempre molto alto.

Cosa ne pensate dell’ansia da separazione nei cani?

Comunicacelo qui sotto con un commento !

O semplicemente scrivici sui social entrando a far parte della nostra community !

Fonte:

Immagine: 1 – 2 – 3

Revised by © Jessica Merra

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Samantha Baronti

Samantha Baronti

Addestratrice cinofila a Code Pazze
Sono Addestratrice cinofila E.N.C.I. ed ho un campo addestramento dove svolgiamo Utilità e Difesa ed Educazione di base, lo stiamo allestendo con attrezzi per le attività di Agility...Continua a leggere.