Alimentazione dei conigli: ecco la guida completa

Jessica Merra Di Jessica Merra, Amministratrice a Code Pazze
alimentazione dei conigli

L’alimentazione dei conigli deve essere ricca di fibra per questo deve essere sopratutto a base di fieno, erba, fiori e verdure essendo un animale erbivoro. La fibra giornaliera stimola la giusta digestione e viene assorbita maggiormente da erba e fieno. Sconsigliato è alimentare il coniglio con mangimi industriali, pane, biscotti, pasta, cereali, cioccolato e dolci che portano gravi problemi di salute come i blocchi intestinali.

Passaggio da industriale a naturale

alimentazione dei conigli

Se il coniglio era abituato ad un’alimentazione industriale sarebbe meglio correggerla al più presto.

Questo ovviamente dovrà essere fatto in modo moderato e non in modo brusco perchè potrebbe essere molto pericoloso causando blocchi intestinali.

Il passaggio:

  • buttare il mangime industriale;
  • ogni giorno fate assaggiare al coniglio della verdura ad esempio il 1 giorno un pezzo di sedano e finocchio, il 2 giorno un pezzo di sedano e carota. Se farà feci normali aumentatene la dose ogni giorno, cambiando verdure e proponendo anche la frutta;
  • se avrà la diarrea togliete le verdure e lasciate solo il fieno.

Fieno = 70%

alimentazione dei conigli

Per l’alimentazione dei conigli è fondamentale il fieno perchè:

  • facilita la masticazione prolungata;
  • é un alimento poco calorico ma ricco di fibra;
  • essendo indispensabile deve essere consumato in quantità illimitata ogni giorno.

Il fieno occupa il tempo ai conigli che devono masticarlo per molto tempo, altrimenti mangiando solo cibi morbidi tenderà ad ingrassare e ad annoiarsi. Se il vostro coniglio non mangia fieno, diminuite la quantità degli altri cibi è insistete; se proprio non lo mangia usate in alternativa erba di campo. Il fieno migliore è quello di prato o quello per cavalli, se usate il fieno di erba medica va dato con moderazione essendo ricco di calcio.

Il fieno va inserito nella lettiera come fondo e poi come cibo perchè i conigli mentre fanno i bisogni amano mangiarlo.

Erba

alimentazione dei conigli

Un altro alimento indispensabile per l’alimentazione per i conigli è l’erba, meglio quella mista di campo che contengono sali minerali, calcio, vitamine e fibre.

È importante perchè:

  • permette un buon consumo dei denti evitando i problemi dentali;
  • poco calorico è ricco di fibra, previene l’obesità;
  • regola l’attività intestinale;
  • contiene vitamina D utile per le ossa.

Possiamo far brucare il coniglio in giardino oppure raccoglierla e somministrargliela, l’importante è evitare quella trattata con sostanze chimiche. L’alimentazione dei conigli prevede o l’erba appena raccolta o quella secca ma se il coniglio ne mangia in abbondanza si dovrà diminuire la quantità di verdura.

L’erba commestibile racchiude:

  • cicoria, trifoglio, tarassaco (fiori e foglie), soncino, porcellana, ortica, malva, graminacee, camomilla, betulla, borragine, achillea ed erba di campo.

L’erba commestibile da dare con moderazione:

  • aneto. anice, timo, salvia, rosmarino, menta, mirto, finocchietto, maggiorana, erba cipollina, coriandolo e cerfoglio.

Arbusti e alberi commestibili:

  • Acacia, acero, carpino, faggio, frassino, lillà, melo (solo rami essiccati), melograno, nocciolo, olivo, olmo, pero, salice, sorbo e tiglio.

Verdure = 20 – 25%

alimentazione dei conigli

Anche i vegetali nell’alimentazione dei conigli sono molto importanti perchè ricchi di acqua, vitamina, calcio e sali minerali. Non si deve eccedere con le dosi perchè portano il coniglio a saziarsi e riempirsi più in fretta, con alcune bisogna fare attenzione ad esempio con le carote essendo zuccherine oppure come gli spinaci e i cavolfiori contenendo tanto calcio causando fermentazioni pericolose.

È importante perchè:

  • ha molta quantità d’acqua, calcio e minerali utili alla salute del coniglio;
  • favorisce il funzionamento intestinale;
  • aiuta il consumo dei denti.

Possiamo somministrare ogni giorno verdure come sedano e finocchio, ben lavati e asciugati, mai cotti; il pasto si può dividere in 2 volte al giorno con almeno 3-4 tipi diversi di essa. La quantità varia a seconda del peso, età, metabolismo e problemi di salute.

Le verdure da dare ogni giorno sono:

  • sedano, finocchio, radicchio, indivia belga.

Le verdure da dare con moderazione perchè causano problemi di calcoli o sabbia vescicale:

  • erba medica, basilico, coste, cicoria, rape, ravanelli, rucola, spinaci, trifoglio e tarassaco.

Per evitare feci molli, diarrea, fermentazioni e problemi intestinali somministrare con moderazione:

  • broccoli, cavoli, cavoletti di Bruxelles, cetrioli, verza, zucchine, pomodori, peperoni (senza semi), lattuga, fagiolini e cavolfiori, asparagi, topinambur e carciofi (senza spine).
  • prezzemolo solo in piccole quantità perchè se somministrato al di sopra delle dosi consigliate è tossico.

Frutta = 5%

alimentazione dei conigli

Nell’alimentazione dei conigli è presente anche la frutta ma essendo ricca di zuccheri va data con moderazione come anche la frutta secca da somministrare come premio perchè contiene tante proteine. Anche l’uva passa si può usare come premio, massimo 2-3 uvette al giorno.

Si somministra 1-2 volte a settimana ma attenzione a non dare i semi essendo tossici!

La frutta da da usare con moderazione è:

  • ananas, albicocca, arancia, anguria, banana, celiegie, fragole, mandarini, mela, melone, mirtilli, pera, pesca, kiwi e uva. Ovviamente togliete sempre i semi e noccioli.

Pellet

pellet conigli

Il pellet non è indispensabile nell’alimentazione dei conigli ma è consigliato in caso di cuccioli in crescita, a conigli con problemi di denti e a conigli sottopeso.

Non si superano le dosi di 1 o 2 cucchiaini al giorno perchè porterebbe obesità. 

Acqua

alimentazione dei conigli

Si somministra pulita, a temperatura ambiente e deve essere sempre a disposizione; meglio usare una ciotola di ceramica pesante per evitare che si rovesci.

Cibi e Piante da evitare

alimentazione dei conigli

Il coniglio essendo erbivoro non è predisposto a digerire alcuni alimenti che sono dannosi o tossici:

  • mangimi con semi;
  • snack di zuccheri;
  • carrube, legumi, cerali, pane pasta;

quelli tossici sono:

  • cioccolato, aglio, cipolla, avocado, pesce, carne, formaggi, yogurt, mais, patate, dolciumi.

Anche alcune piante e alberi potrebbero esserlo:

  • anemone, belladonna, calla, cicuta, croco, quercia, tasso, mughetto, papavero, sambuco, veronica, vitalva, felci, oleandro, stella di natale, pino, ginepro, abete, limone, cedro, susino, pesco e ciliegio.

Digestione

alimentazione dei conigli

Osserverete che il coniglio mangerà le proprie feci ma non preoccupatevi perchè è una cosa naturale, è la doppia digestione in cui vengono assimilati per la propria salute, enzimi e nutrienti. Queste feci particolari si chiamano ciecotrofi.

Dosi consigliate

Considerando questo, la dose giornaliera di cibo del vostro coniglio dovrà essere costituita da:

  • fieno illimitato;
  • erba illimitata;
  • fiori a piacere;
  • 150g di verdure X kg di peso;
  • 1-2 volte a settimana dare un piccolo pezzo di frutta.

Questa guida all’alimentazione ti è stata utile?

Comunicacelo qui sotto con un commento !

O semplicemente sui social entrando a far parte della nostra community.

Editor © Jessica Merra

 

 

 

 

Facebook Comments

The following two tabs change content below.
Jessica Merra

Jessica Merra

Amministratrice a Code Pazze
Sono co-fondatrice del sito Code Pazze e dei gruppi Facebook dove mi occupo della stesura dei testi basandomi su fonti scientifiche, e della correzione dei testi che i professionisti svolgono...Continua a leggere.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.